IMEI danneggiato, come ripararlo su device Android

IMEI danneggiato


Come ripristinare l’IMEI danneggiato (International Mobile Equipment Identity) su device Android con processore MTK (MediaTek)





L’IMEI è un codice numerico, composto da 15 cifre, univoco, identificativo dei dispositivi mobili (puo essere considerato al pari della carta di identità di una persona).
Puo essere utilizzato, ad esempio, per bloccare e rendere inutilizzabile uno smartphone rubato o smarrito (imeipro), oppure, per visualizzare la scheda tecnica del device (imei.info).

Per visualizzare l’IMEI abbiamo 6 alternative:
– Stampato sulla confezione del device (per tutti i modelli).
– Stampato all’interno della scocca (per tutti i modelli).
– Digitando, da tastierino numerico, la stringa *#06# (su tutti i modelli e su tutti i sistemi operativi)
– Su dispositivi Android, seguire il percorso: impostazioni \ info telefono \ stato \ IMEI.
– Su dispositivi Windows phone, seguire il percorso: impostazioni \ sistema \
   informazioni su Windows phone \ altre informazioni.
– Su dispositivi iPhone, seguire il percorso: impostazioni \ generali \ informazioni.

L’IMEI dannaggiato o non presente non permette il funzionamento della vostra SIM.
La perdita dell’IMEI potrebbe accadere dopo un aggiornamento firmware (molto raramente), oppure dopo l’installazione di una custom Rom (molto spesso).

Riparare/ripristinare l’IMEI danneggiato

Su device con processore MTK

– Da tastierino numerico, digitare la stringa   *#*#3646633#*#*.
– Dalla scheda connettività andare su CDS information e poi su radio information.
– La successiva schermata indica phone1 e phone2 (per telefoni dula sim)
– Cliccare su phone1
– Cliccare dove vedete scritto AT+ e digitare E.
– Il sistema suggerirà tre proposte, cliccare su AT+EGMR=1,7,””

IMEI danneggiato



– Posizionarsi col cursore tra le due virgolette (“”) e digitare il codice IMEI 1.
– Posizionarsi col cursore tra AT e + e digitare il carattere spazio.

IMEI danneggiato



– Cliccare sul pulsante send a command.
– Ripetere la stessa procedura con phone2, questa volta, però, selezionando la stringa
   AT+EGMR=1,10,”” e digitare il codice IMEI 2.
– Riavviare il telefono.


Suppongo sia superfluo specificare che questa guida si riferisca solo al ripristino dell’IMEI danneggiato e non alla sua sostituzione (sostituire un IMEI originale con uno “modificato” è reato)